L’esperienza maturata in molti anni di attività alberghiera e, di pari passo, la deformazione professionale che ne è derivata, mi suggeriscono di non perdere mai d’occhio quanto accade nel settore turistico d’oltre oceano. Sempre l’esperienza mi suggerisce che tali informazioni devono essere filtrate attraverso una lente europea per ristabilirne una giusta prospettiva, conforme alle nostre consuetudini. In ogni caso, fare ricerca su ciò che accade negli Stati Uniti è sempre utile. A volte mi capita anche di scoprire che accade viceversa, e questo mi consola: siamo tutti alla ricerca di una sfera di cristallo che ci possa dire con certezza verso cosa andremo oppure, nel nostro caso, dove i turisti andranno! Cartina del Mondo
Beh, intanto posso solo anticiparvi che, causa la recessione, le grandi catene alberghiere hanno dovuto spostare la loro attenzione su diversi target di clientela; infatti, se prima erano principalmente vocati a meeting ed a clientela business, ora si stanno specializzando nel ricettivo leisure. Brutte notizie per le PMI turistiche, particolarmente per quelle che come ripeto spesso, non hanno delle caratterizzazioni peculiari: la concorrenza potrà essere spietata a causa della maggior forza di investimento.

Non perdiamoci d’animo!

Pensiamo fin da subito come affrontare questa nuova sfida mettendo in campo la nostra volontà di seguire con costanza una serie dii azioni fondamentali per una promozione efficace.

Cosa state vendendo e a che prezzo?

Prendete atto che i turisti, oggi, stanno cercando con attenzione un buon rapporto qualità/prezzo: assicuratevi di essere adeguati. controllate cosa ne pensano i vostri clienti (TripAdvisor) e se trovate qualche incongruenza o problema affrontatelo subito. In caso contrario potrebbe essere troppo tardi, la voce si sparge. Rispondete sempre a tutte le recensioni negative, da qualsiasi fonte provengano. Per suggerimenti leggete questo post.

Con quale aspetto vi proponete al mondo?

Controllate che il vostro sito web sia all’altezza, nuovo ed accattivante. Verificate che la vostra presenza sia là dove serve, in questo momento specialmente sui social network. Partecipate alle conversazioni e fatelo con cura assidua. Per suggerimenti leggete questo post.

Come comunicate con gli ospiti fidelizzati?

Loro sono la fonte principale dei vostri introiti, prendetene atto. Dovete cercare di mantenere un rapporto di interesse e di comunicazione costante, ma senza tramutare in spam le vostre azioni di marketing mirate. Per esempio, con cadenza non troppo ravvicinata, potreste raccontare loro cosa succede in Hotel, quali manifestazioni e avvenimenti culturali sono previsti nella vostra località. Dovete riuscire a fare in modo che abbiano un motivo per tornare da voi in futuro e che, magari, possano consigliarvi agli amici.

Come vi pubblicizzano le Agenzie di Viaggio?

Controllate con costanza come i tour operator, le Agenzie di Viaggio online,  Le Guide Turistiche sui loro cataloghi cartacei propongono la vostra struttura, sia per l’immagine grafica, le fotografie, il rilievo che danno alle vostra offerte speciali, come sono inseriti e prezzi e se sono corretti. Non sono banalità: provate a  guardare queste inserzioni come se foste dei clienti esterni. Rimarrete stupiti nel notare quanti aspetti dovrebbero essere più curati.

Non dimenticate di visitare ogni tanto questi siti:

The Wall Street Journal – Hospitality
HSMAI eConnect Foundation

CNN Travel

The New York Times
– small business
Hotel News Now

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)